Le parole sono pietre

brachilogiaLe parole sono pietre, ammoniva Carlo Levi, ma se le parole sono scritte nelle leggi o a pronunciarle sono coloro che rappresentano il potere legislativo o le Istituzioni allora le pietre sono più aguzze e fanno più male. 

La violenza va sempre combattuta e condannata; anche la violenza verbale deve essere tenuta a freno perché violenza genera violenza in una escalation che una volta innescata è difficile frenare.

Se un Paese è costantemente attraversato da “estremizzazioni violente anche sul piano verbale o sul piano della propaganda politica” dopo aver doverosamente condannato il fenomeno sarebbe opportuno interrogarsi sulle cause. La violenza non nasce dal nulla.

Se va da un lato condannata la violenza, anche solo verbale, contro lo Stato, le Istituzioni e i suoi rappresentanti, dall’altro va analizzato il comportamento dello Stato, delle Istituzioni e delle persone che danno corpo alle Istituzioni. Non credo alla insopportabile retorica della “casa degli italiani”: deve essere ancora edificata. E l’immagine retorica del “Palazzo” da processare è vecchia di QUARANTA ANNI! Significherà qualcosa? Continua a leggere

Annunci

La Politica Stellata

Il Movimento 5 Stelle è la novità delle elezioni politiche del 2013. Si tratta di un tale coacervo di forze, movimenti, aspirazioni, progetti, rivendicazioni, pulsioni… che non è possibile (che CULO!) ricondurre il Movimento alle tradizionali categorie di destrasinistra o di centro, storicamente il luogo della non-scelta e dell’occupazione della cosa pubblica.

Su tutto prevale nel Movimento la voglia di dire “ci avete rotto i coglioni! Ma sapete la novità? Questa volta non ci asteniamo! Questa volta ci riprendiamo le Istituzioni e vi diamo un calcio in culo!Continua a leggere