Home » Notizie Flash » Forza Cipro!

Forza Cipro!

ciproWolfang Schaeuble, ministro delle finanze in quel di Berlino, dichiara: “Il modello di business e sviluppo economico scelto da Cipro ha portato il Paese a non essere più solvente, ed è chiarissimo che questo non può essere pagato soltanto dai contribuenti degli altri paesi membri della UE, e come Cipro debba fare spetta a Cipro deciderlo, non all’eurozona”.

Perfetto. Posso integrare ricordando che quel “modello di business e sviluppo economico” è stato valutato positivamente e finanziato dagli attuali creditori di Cipro?

Il ragionamento del ministro tedesco ha un enorme punto debole: i contribuenti non devono pagare proprio nulla. Cipro vada serena verso il fallimento. Si confischino i beni delle banche cipriote e dei bancari. Si promuova una azione di responsabilità verso le banche estere creditrici e le istituzioni finanziarie europee. In ogni caso, Russia e Cina saranno contente di avere una bella postazione in ottima posizione nel Mediterraneo.

I mercati finanziari sono in allarme? Nulla di cui preoccuparsi. I mercati finanziari sono fantasmi dietro i quali si celano gli investitori istituzionali ovvero coloro che hanno finanziato il modello di business di cui sopra.

Bisogna che l’oligarchia burocratica europea e icretini istruiti” che sgovernano l’Europa prendano atto che il problema dell’Europa è solo uno: mancanza di potere politico.

E’ stata un solenne errore allargare l’Europa pensando di rafforzare così le debolezze europee: errore di valutazione storica, economica, politica. E questo ha aggravato l’errore storico di aver creato la moneta unica senza creare una autorità statale di riferimento, una federazione di stati con una autorità politica e fiscale, con una solidarietà di bilancio, con una politica estera, con forze armate europee, con diritti europei… Una federazione  europea, gli Stati Uniti d’Europa, fondata sui diritti dei popoli europei e non sul nominalismo della moneta unica e sulla sola libertà di circolazione di merci e capitali. Se Obama deve parlare con l’Europa chi chiama? Se lo Stato non batte la Moneta è la Moneta che batte lo Stato!

Annunci

3 thoughts on “Forza Cipro!

  1. 21 Luglio 2011: il Consiglio Europeo in un comunicato ufficiale si mostra favorevole ad un haircut volontario sui titoli del debito greco che verrà successivamente stimato intorno al 53,5% comportando perdite per 35 mld per il settore privato.

    9 Dicembre 2011: lo stesso Consiglio rassicura i mercati dicendo che la dottrina PSI (private sector involvement) non verrà mai più applicata.

    E adesso? Come la mettiamo con Cipro? Penso di aver detto tutto sulla credibilità di questa Europa!!

    Mi piace

    • Concordo. Ma preciserei credibilità di una oligarchia burocratica senza reale mandato popolare. Quando Obama chiama l’Europa, chi risponde?
      Il tema è profondamente politico: o si va verso gli Stati Uniti d’Europa o meglio che ogni Stato torni a essere quel che era. Serve una classe dirigente coraggiosa e lungimirante; purtroppo, anche l’Europa è in mano a un mucchio di “cretini istruiti”.

      Mi piace

  2. Pingback: E’ sempre colpa del venerdì | macosamidicimai

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...